Flash — Via libera al logo facoltativo italiano Nutrinform Battery, il sistema di etichettatura nutrizionale cosiddetto a batteria.

E’ stato pubblicato in gazzetta ufficiale e ora potrà essere riportato fronte pacco sugli alimenti prodotti in Italia. Il decreto del ministero dello Sviluppo economico stabilisce presentazione e condizioni di utilizzo della nuova etichettatura, in applicazione dell’art. 35 del regolamento Ue n. 1169/2011. Aziendeincampo 9 dicembre 2020. Sull’etichettatura a semaforo (Nutriscore) leggi questo articolo. Sotto le due etichettature a confronto : quella a batteria ha grosse difficoltà “di lettura” (i colori si confondono).

Flash — Etichette alimentari, l’Italia abbandona il negoziato Ue

«L’Italia non proseguirà nel negoziato europeo per un testo di conclusioni sulle etichettature alimentari al Consiglio Ue dei ministri del’Agricoltura del 15 di dicembre». La ministra Teresa Bellanova lo aveva preannunciato nei giorni scorsi alla sua omologa portoghese nel corso di un incontro bilaterale. E oggi lo ha fatto: a queste condizioni, senza l’etichetta contestata (Il Nutriscore) o etichetta a semaforo. Il Sole 24 ore del 5 dicembre 2020. Leggi anche : «Bene posizioni ferme, evitare le forzature» Il Sole 24 ore del 5 dicembre 2020. Sotto: un’immagine che rende l’idea, l’olio d’oliva – con il Nutriscore – avrebbe un voto insufficiente mentre Coca-Cola verrebbe promossa. D’altronde il fonte pro-Nutriscore è composto da multinazionali (Nestlè, Unilever e altre) + Francia e Germania (con Benelux).