Flash — Auchan: in utile solo grazie alla cessione di asset in Cina

Nel 2020 la vendita per 3,1 miliardi di euro della partecipazione in SunArt in Cina (484 ipermercati e 150.000 dipendenti) al colosso dell’e-commerce Alibaba ha permesso di chiudere l’anno con un utile netto di gruppo di 678 milioni di euro. Nel 2019 i francesi hanno ceduto la controllata italiana a Conad. Nel 2019 la holding aveva subìto una perdita di 1,24 miliardi. Nell’esercizio 2020 i proventi delle attività ordinarie del gruppo Auchan sono scesi del 5,5% a 32,1 miliardi e circa l’8% dei ricavi di Auchan Retail è stato generato dal commercio elettronico di prodotti alimentari. Distribuzione Moderna 5 marzo 2021

Flash — Il caso : dai nuovi Pancake Mulino Bianco ai Nutella Biscuits: gli «introvabili» diventati delle manie

Da Ferrero a Barilla, “con furore!”

di MARCO VASSALLO

Scaffali dei supermercati presi d’assalto, schiere di curiosi che lamentano sul web di non trovarli nei punti vendita. Quanto sta accadendo ai Pancake ricorda la storia dei Nutella biscuits. Come per questi, anche per il nuovo prodotto del Mulino Bianco sono già attivi bagarini, che li rivendono su Amazon ed eBay a sei volte il loro prezzo normale. Corriere della sera 2 marzo 2021

Flash — Ocado : il titolo scende (-3,5%) dopo i risultati di un’inchiesta che boccia il distributore

Il calo è dovuto al fatto che l’azienda da prima è passata quinta nella classifica della soddisfazione dei consumatori che comprano online, nella survey annuale Which?

L’azienda ha annunciato che aprirà 3 nuovi magazzini e-commerce.Charged Retail Tech News 22 febbraio 2021

Ocado, l’anno scorso, nei picchi della pandemia, ha avuto dei grossi problemi nell’evasione degli ordini e ha anche dovuto sospendere il  proprio servizio.

Flash — Il vertice di Danone nei guai: calano ricavi e titolo. I fondi d’investimento chiedono di cambiare

Aziendeincampo 12 febbraio 2021. Il fondo Artisan Partners ha investito 1,6 miliardi di € nel gruppo, e con il 3% del capitale, non è d’accordo con le strategie del PDG (presidente direttore generale) attuale (Emmanuel Faber) ed è frustrato dalle performances borsistiche del gruppo. Alla gestione attuale di Danone si rinfaccia infatti che il titolo è salito appena del 3% dal 2014, mentre Nestlè, Unilever e Procter and Gamble hanno visto il valore delle loro azioni salire tra il 43 e il 54%.. Le Monde ma anche Financial Times del 18 febbraio 2021 (vedi sotto).

E alla fine i fondi hanno vinto : Danone : il presidente direttore generale costretto al ridimensionamento.