Seguendo un po’ il pensiero di Giuliano Tallone, presidente della Lipu che sull’ultimo numero di ALI si domandava: ”perché molti bambini riconoscono tutti i modelli di automobile e neppure cinque speci di uccelli?” nella giornata del 19 settembre abbiamo provato a dare una risposta concreta a questa domanda facendogli vedere e toccare dei rapaci, aiutandoli a costruire casette – nido, mostrandogli diorama e foto degli animali autoctoni.

In effetti capita ad Albiate di ammirare l’Airone cenerino, di sentire il richiamo dell‘Allocco, della Civetta o il tipico toc toc del Picchio o ancora di vedere gli effetti sul terreno del Tasso che scava la sua tana…

 

Speriamo di riceverli e di stupirli di nuovo con qualche sorpresa della natura.

 

Alla prossima, allora, e grazie a tutti gli amici che ci hanno aiutato:

 

– Tutto lo staff, con i clown.

– Luigi Spenga per una parte del cibo e la mattinata con i cc.

– Marco de “Il pascià” di Seregno e de “Il Caffè della piazza” di Monza per una parte del cibo ed i cocktail.

– “Il Museo di Lentate sul Seveso” per le foto, le didascalie e l’atelier delle casette per gli uccelli.

– I falconieri Silvia Mutterle e Franco De Muri.

– La famiglia Galliani con “La casa di Emma Onlus”per i cavalli.

– Niccolò Lapidari per la comunicazione e il reportage fotografico.

– Franco Mari per il sito della San Valerio Onlus.

– Patrizia Caregnato e Sergio Benvenuto per le riprese.

Potete visionare le FOTO della giornata qui

 

Un grazie particolare a Enrico Albertini del “Centro Monticello” che ha prodotto il calendario “Monticello 1980-2010″ i cui proventi sono stati e saranno interamente devoluti alla “Magica Cleme” per permettere ai bambini e alle loro famiglie di trascorrere una settimana di vacanza in località di mare o montane.

 

Giuseppe Caprotti

Condividi questo articolo sui Social Network
Facebooktwittergoogle_pluslinkedin