S.M. – Io Donna 21 marzo 2015

“Il suo corno è usato nella medicina tradizionale cinese e anche come status symbol nelle case orientali.

E’ questa la causa del grave pericolo di estinzione che corre il rinoceronte.

In Sud Africa – dove vivono circa ventimila esemplari, oltre l’80% della popolazione mondiale – si è arrivati al record di bracconaggio:

ne sono stati uccisi 1’004 nel 2013 e 1’215 nel 2014″.

Come ho già avuto modo di dire in La strage degli elefanti avrà delle ricadute politiche in Africa gli estremisti islamici , nel continente nero, colpiscono il turismo che è spesso una risorsa molto importante per la popolazione:

lo è in Kenya e in Gabon, in Sud Africa e in  Tunisia, recentemente colpita con l’attentato al museo del Bardo.

Per la Tunisia il turismo rappresenta il 20% delle entrate, con 5 milioni di visitatori:

più i croceristi si allontaneranno dai suoi itinerari, più gli estremisti avranno modo di reclutare nuovi seguaci, scontenti della loro situazione economica.

Ciò vale, ovviamente, per tutti i paesi africani : il contrasto al bracconaggio dei rinoceronti ha quindi una forte valenza politica

Sotto : “I crocieristi evitano la Tunisia”…

Condividi questo articolo sui Social Network
Facebooktwittergoogle_pluslinkedin