Flash — Cioccolato, quotazioni cacao quadruplicate in un anno a 10 mila euro a tonnellata: gli effetti su Ferrero e Nestlé

In soli due giorni il prezzo è salito di oltre 1000 dollari. A spingere la corsa del cacao sono diversi fattori: i pessimi raccolti nell’Africa occidentalele scommesse dei fondi speculativi, il regolamento europeo sulla deforestazione e una spirale finanziaria difficile da interrompere. Ne abbiamo già parlato abbondantemente

Un’altra agricoltura è possibile

In questa sporca partita, chi perde? Quasi tutti: gli agricoltori, destinati a vivere di sussidi (finché ci saranno) per pagare pesticidi e fertilizzanti, i cittadini, che faticheranno a scovare cibi sani e di qualità, i giovani che erediteranno suoli desertificati e acque inquinate. Chi vince? L’agroindustria e le multinazionali che controllano il mercato di semi, fertilizzanti e fitofarmaci.

Flash — Nutella perde in tribunale contro Nocciolata Rigoni

È successo in Francia, dove Ferrero aveva portato in tribunale l’azienda concorrente per uno spot televisivo che evidenziava l’assenza dell’olio di palma nella crema di nocciola firmata Rigoni. Ma, come riporta il magazine dei consumatori Que Choisir, il colosso di Alba ha perso il ricorso e ha ottenuto l’effetto collaterale di riportare sotto i riflettori la questione dell’olio di palma. Il Fatto Alimentare 26 gennaio 2024. L’olio di palma , oltre ad essere causa di lavoro minorile , è messo sotto accusa per la deforestazione ed il cambiamento climatico (leggi anche : Clima : lettera aperta ai media italiani).

Flash — Dal 2000, la produzione di cacao ha causato la perdita del 37% delle foreste della Costa d’Avorio del 13% di quella del Ghana

Più del 70 per cento del raccolto mondiale è coltivato in Costa d’Avorio e Ghana da agricoltori che ricevono solo il 5 per cento del prezzo al dettaglio di una tavoletta di cioccolato. La povertà radicata significa che il lavoro minorile e la deforestazione sono all’ordine del giorno…Oltre al suo passaggio al cioccolato di fascia alta, Mars ha investito nella fascia più sana del mercato degli snack. ..Mars vede un enorme potenziale in quelli che definisce spuntini “consentiti” e ha fissato l’obiettivo che il 30% del suo portafoglio di snack sia composto da prodotti sani entro il 2030 FT 21 novembre 2023

Flash — I livelli dell’acqua dell’Amazzonia hanno raggiunto i minimi storici con l’aggravarsi della siccità nella foresta pluviale

“Non abbiamo mai visto niente di simile. È la peggiore siccità della storia”, ha detto il governatore di Amazonas Wilson Lima, che ha dichiarato lo stato di emergenza in più di 50 città. Il ruolo dell’Amazzonia come gigantesco assorbitore di anidride carbonica è stato ostacolato negli ultimi anni dall’aumento dei livelli di deforestazione.Financial Times 16 ottobre 2023