Caffé e cioccolata potrebbero diventare beni di lusso

Addio a caffè e cioccolata. O perlomeno la prospettiva è di pagare molto di più per procurarseli. È la previsione di uno studio sugli effetti che il cambiamento climatico potrebbe avere su generi alimentari di largo consumo in Europa, in particolare a causa dell’aumento della siccità e altri fenomeni meteorologici estremi. Pubblicata sulla rivista Nature Communications e anticipata dal Guardian, la ricerca riscontra un pericolo analogo per l’olio di palma, usato in molti cibi e prodotti domestici, e per i semi di soia, che sono uno dei principali alimenti per il bestiame nei paesi della Ue.