Maxi sequestro di pomodoro egiziano con pesticidi spacciato per italiano

Dopo il caso Petti, un’altra grana per le conserve rosse. Nell’ambito dell’operazione “Scarlatto due“, i carabinieri per la tutela agroalimentare di Salerno hanno sequestrato 821 ton­nel­la­te di concentrato di pomodoro di provenienza egiziana, per un va­lo­re di cir­ca 1 mi­lio­ne di euro, presso un’azienda leader nel settore conserviero (non si conosce il nome), in cui risultavano presenti pesticidi in misura maggiore a quanto normativamente consentito.