Ricordiamo che la nostra “battaglia” contro i rifiuti è iniziata nel 2007

Il Parco, non solo non ha mai dato riscontro ai ns. appelli ne ci ha mai dato “una mano” nella gestione del territorio, ma ha pensato bene di “rifarsi il look”: questo inserto, del Giornale di Carate, del quale pubblichiamo solo alcuni stralci è del marzo 2013.

E’ bello sapere che esiste un Parco, che cosa fa, etc ma il Parco medesimo non dovrebbe, secondo noi, ostacolare (v. sotto) i privati cittadini che tentano di dare una mano all’ambiente.

Tra l’altro la sbarra esisteva già ai tempi di mio nonno Giuseppe e la metteremmo a spese nostre, non certo del Parco!

 

 

Ieri il “saggio”, Rossi, vice direttore di Bankitalia, nominato da Napolitano, ha detto : “la prima riforma? Snellire la burocrazia”. Non possiamo che essere d’accordo con lui!

Al di là dei contenuti e delle richieste (n.b. la pratica viaggia da mesi dal Comune di Carate al Parco della valle del Lambro, che sta a Tiuggio e tutti sembravano d’accordo su questa benedetta sbarra…), quello che da fastidio è il tono imperativo della lettera

 

 

Leggere sotto per credere, il “look” è importante ma forse la sostanza lo è un pò di più.

 

 

non abbiamo usato come immagine in evidenza la tartaruga Carreta Carreta che ha sempre contraddistinto i ns. articoli sull’ambiente perchè pensiamo che sia giusto che ognuno si prenda le proprie responsabilità. In questo caso il Parco della valle del Lambro

 

Condividi questo articolo sui Social Network
Facebooktwittergoogle_pluslinkedin