Lubrano ha recentemente fatto alcuni esempi di:

1) differenze di prezzo delle bevande da un esercizio pubblico a un altro

2) una fregatura ricevuta in centro a Milano

Alla fine si domanda se non ci sia in vista qualche rincaro dei prezzi… e su questo punto dico la mia : il cibo è troppo a buon mercato, andrebbe rincarato!

I prezzi troppo bassi negli esercizi commerciali o pubblici possono significare due cose:

1) concorrenza sleale ed evasione, come già detto,  che finiscono per danneggiare lo stato e chi paga onestamente e regolarmente le tasse e i contributi

 

2) danni alla nostra salute.

L’Oms mette in guardia contro l’antibiotico- resistenza (v. articolo di seguito) ma non va alla radice del suo sviluppo…

 

mag142014

L’Oms mette in guardia contro l’antibiotico-resistenza

La resistenza agli antibiotici preoccupa gli esperti dell”Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che nel loro nuovo rapporto parlano di un problema attuale, presente oggi in ogni parte del mondo. Shin Young-soo, direttore regionale Oms per il Pacifico occidentale, sottolinea infatti che ormai l’antibiotico resistenza rappresenta una delle principali minacce per la salute umana e ricorda come questo fenomeno si ripercuote – aumentandoli – anche sui tempi di ricovero in ospedale, sui costi dell”assistenza sanitaria e sulla mortalità. «La globalizzazione rende la minaccia ancora più grande dal momento che il commercio, i viaggi e le migrazioni possono diffondere germi resistenti in ogni angolo del mondo in tempi brevissimi» prosegue Young-soo. Al centro del rapporto Oms sull’antibiotico resistenza ci sono nove microrganismi responsabili di malattie gravi e comuni come sepsi, diarrea, polmonite, infezioni urinarie e gonorrea, con risultati che destano forte preoccupazione. Un esempio sono i carbapenemi e la Klebsiella pneumoniae, una delle principali cause di infezioni ospedaliere quali polmonite e sepsi neonatali e in terapia intensiva.  «In alcuni Paesi la metà delle infezioni da Klebsiella risulta resistente ai carbapenemi» osserva Young-soo, parlando del microrganismo e citando poi anche il trattamento delle infezioni urinarie da Escherichia coli con i fluorochinoloni. «Solo qualche decennio fa la resistenza era nulla, ma oggi in molti casi la cura si rivela inefficace» spiega. Come ricordano spesso gli esperti, la resistenza è globale e l’Europa è in genere in linea con il resto del mondo, con una diffusione maggiore nei Paesi meridionali e orientali, inclusa l’Italia, dove la resistenza è monitorata dall’Istituto superiore di sanità. «E se in alcuni Paesi il problema è stato affrontato con successo, in altri servono provvedimenti urgenti come una migliore igiene, l’accesso all”acqua potabile, il controllo delle infezioni nelle strutture sanitarie e un programma di vaccinazioni, senza dimenticare l’importanza di interventi per regolamentare l’uso di antibiotici e controllare le infezioni» conclude l’esperto.

Antimicrobial resistance: global report on surveillance 2014. World Health Organization




La resistenza agli antibiotici si sviluppa perchè ingeriamo carne di animali (polli, pesci, maiali, etc) che – per mantenere basso il loro prezzo – hanno ricevuto forti dosi di antibiotici!

E quindi ben vengano i rincari sugli alimenti se portano più salute




sotto: la troppa convenienza sul banco degli imputati…

 

Condividi questo articolo sui Social Network
Facebooktwittergoogle_pluslinkedin