Ferrero dice : “ti amo Italia”. Io dico “Se è vero dimostramelo”

preoccupazione sul fatto che il Lago di Bolsena rischia di fare la fine di quello di Vico … I fosfati e gli azotati che hanno raggiunto le acque del lago hanno innescato un fenomeno di eutrofizzazione: l’arricchimento del bacino idrico in sali nutritivi ha fatto sì che l’alga rossa si sviluppasse a dismisura riducendo l’ossigeno e dando luogo alla produzione di microcistine tossiche e cancerogene.

Pomodoro: come si distrugge l’eccellenza del Made in Italy

Se guardiamo ai numeri del 2020 si vede che è stata un’annata record per il settore delle conserve, dove l’Italia si conferma leader con 5,1 milioni di tonnellate di pomodoro trasformato, una quota di produzione mondiale del 13% e un fatturato di 3,5 miliardi di euro. Fanno meglio gli Stati Uniti: oltre 10,2 milioni di tonnellate trasformate grazie alla California, che è la prima area produttiva al mondo. Ma il secondo posto ci è è appena stato scippato dalla Cina, con 5,8 milioni di tonnellate.

La storia – colta e simpatica – del gin

Le origini del gin, che risalgono ufficialmente al XIII secolo, sono olandesi. Fu inventata lì la bevanda jenever, a base di ginepro. Dopo molto tempo, nel corso della guerra dei Trent’anni (1618-1648), il cicchetto di gin che veniva dato ai soldati fu chiamato Dutch Courage (coraggio olandese). Il Settecento a Londra fu il secolo della gin craze, della follia per il gin (nel 1733 ne furono prodotti 47 milioni di litri), ma c’era anche quello prodotto con ingredienti tossici, che provocò moltissime morti

Perchè la frutta in gdo è molto spesso immangiabile?

Quest’inverno ho comprato frutta scadente nella “grande distribuzione” (GDO) italiana. Non faccio nomi ma compro cibo in più insegne. Poi mi è capitato di assaggiare questi mandarini italiani (foto sopra) che un mio amico mi ha portato da un paese extra UE e sono rimasto “folgorato”: erano buonissimi. Mi sono domandato : perchè la frutta che trovo nel Nord Italia non è buona? Aggiornato il 9 marzo 2021

E non parlo solo di mandarini ma anche di mele, banane, arance, kiwi, etc