giuseppe-nuova-foto-biografia
Giuseppe Caprotti

Giuseppe Caprotti (Milano, 15 Dicembre 1960), è un imprenditore italiano, figlio di Bernardo Caprotti, patron della Grande Distribuzione Organizzata, cofondatore di Esselunga S.p.A. con Nelson Rockefeller, Guido Caprotti, Marco Brunelli e altri azionisti italiani, e di Giorgia Venosta.

Biografia e Formazione

Ha frequentato le scuole medie e la prima Liceo presso l’Istituto Leone XIII a Milano, scuola privata parificata, finendo poi la formazione liceale presso il collegio Le Rosey, in Svizzera, conseguendo il baccalauréat francese presso l’accademia di Grenoble.

Terminato il percorso scolastico e prima di cominciare l’Università, Giuseppe Caprotti  trascorre 2 mesi a San Paolo, in Brasile, per frequentare uno stage come operaio presso la filiale brasiliana della multinazionale francese  Carrefour.

Nel 1986 si laurea in Storia Contemporanea alla Sorbona di Parigi e la sua tesi viene tradotta e pubblicata presso Franco Angeli Editore. Argomento della tesi: “Alto Adige o Südtirol? La questione altoatesina o sudtirolese dal 1945 al 1948 e i suoi sviluppi: studio degli archivi diplomatici francesi” (tre edizioni) . Nello stesso anno incomincia a lavorare nell’azienda di famiglia.

Carriera

GLI ANNI IN ESSELUNGA

(v. Esselunga su Wikipedia)

Nel  1986 Giuseppe Caprotti inizia l’attività nell’Azienda  Esselunga S.p.A., collaborando presso vari uffici (Tecnico/Costruzioni, Acquisti, Sviluppo), e proseguendo poi la carriera  presso la Dominick’s,  a Chicago, catena di grande distribuzione americana, lavorando un anno come operaio e un anno negli uffici Acquisti e Marketing.

Da questa esperienza, nel 1989, importa in Italia un nuovo format allora totalmente inesistente nel panorama distributivo europeo: il superstore, all’americana, che con il “non food “e lo “one step shopping”, permette al cliente di fare tutta la spesa sotto lo stesso tetto. Esselunga entra così nel mondo dei superstore.

L’introduzione del non food  in Esselunga ,direttamente dal modello americano, permette all’azienda di mantenere una sola struttura centrale gestionale per varie tipologie di prodotto, evitando grossi incrementi di costi.

Nel  1993, dopo aver creato, come buyer, il settore non-food appreso negli States, Giuseppe Caprotti viene nominato Dirigente e Direttore Acquisti non-food per Esselunga S.p.A, creando anche gli spazi nei primi Superstore, con integrazione tra food e  non food.

Nel 1994 crea  l’Ufficio Marketing e Comunicazione di Esselunga del quale diventa il primo Direttore, mantenendo la gestione del non food  e  realizzando, tra le altre cose:

Dal 1996 al 2000 è nominato Direttore Commerciale ( dal 1998 al 2000 è anche Vice Presidente Esselunga con pieni poteri ) con gestione diretta degli Acquisti e del Marketing.

 

Dal 2000 al 2002 è  Direttore Operativo di Esselunga, gestendo: Acquisti, Marketing, Vendite (personale dei punti di vendita), Controllo Qualità, Logistica, Informatica, Produzioni, e realizzando:

Nel 2001 fonda la Centrale di Acquisto ESD Italia e ne diventa Presidente e poi, successivamente, Consigliere Delegato fino al 2005; nel 2003 ESD Italia diventa la terza centrale di acquisti in Italia, dietro a Coop – Conad e Intermedia – Auchan – Rinascente.

Dal 2002 al 2004 è Amministratore Delegato di Esselunga realizzando, tra le altre cose:

 

ATTIVITÀ CONSULENZIALE

Giuseppe Caprotti, dopo 18 anni passati nell’Azienda Esselunga S.p.A., si dedica al ramo della consulenza stringendo contratti con molte società:

  • Nel 2005 diventa consulente con Bain and co., società di consulenza strategica con sede a Milano.
  • Tra il 2006 e il 2007 è consulente del gruppo Messaggerie Italiane S.p.A., una holding italiana operante nell’editoria e nella distribuzione di libri e riviste.
  • Nel 2009 e nel 2010 è consulente di Aspiag, filiale del Nord Est del gruppo Despar.
  • Dal 2009 al 2013 ha operato nell’horeca e nella vendita di prodotti alimentari artigianali.

Dopo aver gestito un ristorante a Milano,  Giuseppe Caprotti  ha operato come consulente presso delle piccole imprese.

Non ha un ruolo operativo ne “istituzionale” in Esselunga : non è neanche membro del consiglio di amministrazione.