In Italia il 40% dell’acqua viene sprecato per i problemi della rete idrica

Ogni giorno consumiamo in media 215 litri a testa. Una vasca da bagno può contenere dai 100 ai 160 litri d’acqua, una doccia di cinque minuti ne fa consumare tra i 75 e i 90 litri, mentre una di tre minuti tra i 35 e i 50 litri. Ogni volta che si tira lo sciacquone vengono utilizzati dagli 8 ai 16 litri. Se non si ha l’accortezza di chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti si può arrivare a circa 20 litri di acqua impiegata e per lavare i piatti a mano se ne usano fino a 40 litri.

In Cina debutta lo Yuan digitale

In Cina ci sono 770 milioni di cittadini che pagano regolarmente con delle app (digital wallet, portafogli digitali) che hanno sul telefono (in particolare WeChat e Alipay ).Ma in questi mesi assistiamo a un passaggio che non esiterei a definire da “Storia del denaro”. Perché per la prima volta nella storia il denaro ufficiale non avrà più una rappresentazione fisica. Non sappiamo quanti anni ci vorranno, ma il nodo sarà sempre più cashless, senza contanti.

Amazon ammette: i nostri autisti a volte costretti a far pipì nelle bottiglie

Amazon ha così chiesto scusa a un deputato del Partito democratico americano, Marc Pokan. Era stato lui ad accusare il colosso dell’e-commerce di costringere i suoi autisti a urinare nelle bottiglie di plastica, pur di non perdere tempo quando consegnano le merci: «Retribuire i dipendenti con 15 dollari l’ora non vuol dire che si tratti di un posto di lavoro all’avanguardia, soprattutto se li costringi a fare la pipì nelle bottiglie di plastica»…

Ferrero spinge sul cacao tracciato per garantire la sostenibilità delle filiere?

Il termine “sensibilizzazione” , in Cosa d’Avorio, meriterebbe degli approfondimenti: cosa significa? Sta di fatto che rimane da affrontare la situazione del lavoro minorile nel settore dell’olio di palma (più di 1,5 bambini che lavorano nelle piantagioni in Indonesia e in Malesia). Cara Ferrero, occhio al “greenwashing”! (che esiste nell’ecologia ma anche nel lavoro minorile)…

De Castro: «Dieci miliardi dalla Ue per l’agricoltura. E il sistema del Nutriscore sarebbe un dramma per l’agroalimentare italiano».

Rinviata di due anni la riforma della Pac, nel 2021 e 2022 la distribuzione dei sussidi agricoli Ue continuerà a essere regolata dalle norme attuali grazie al regolamento transitorio appena varato dall’Europarlamento, ma con almeno 10 miliardi in più che si aggiungono agli oltre 50miliardi annui del budget attuale.